Decreto Cura Italia

Gentili associati,

 

cliccando qui trovate  il testo del decreto-legge approvato ieri dal Consiglio dei ministri – contenente misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19 –

Si segnalano di seguito alcuni dei principali contenuti, sulla base di quanto sommariamente annunciato dalla Presidenza del Consiglio.

  • La cassa integrazione in deroga viene estesa all’intero territorio nazionale, a tutti i dipendenti, di tutti i settori (compresi i dipendenti da proprietari di fabbricati, a quanto risulta dalle bozze del provvedimento che è stato possibile visionare, ma esclusi quelli dei datori di lavoro domestico). I datori di lavoro che sospendono o riducono l’attività a seguito dell’emergenza epidemiologica, possono ricorrere alla cassa integrazione guadagni in deroga con la nuova causale “COVID-19” per la durata massima di 9 settimane. Spetterà poi alle singole Regioni dare attuazione al provvedimento.
  • Per i dipendenti del settore privato (compresi i dipendenti da proprietari di fabbricati), si prevede, tra le altre misure, l’equiparazione alla malattia del periodo trascorso in quarantena o in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva per COVID-19, mentre a sostegno dei genitori lavoratori, a seguito della sospensione del servizio scolastico, è data la possibilità di usufruire, per i figli di età non superiore ai 12 anni o con disabilità in situazione di gravità accertata, del congedo parentale per 15 giorni aggiuntivi al 50% del trattamento retributivo (in alternativa, è prevista l’assegnazione di un bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting nel limite di 600 euro, aumentato a 1.000 euro in alcuni casi); è stato riconosciuto poi un “premio” di 100 euro, non tassabile (in proporzione ai giorni lavorati), ai lavoratori con reddito annuo lordo fino a 40.000 euro che nel mese di marzo svolgono la propria prestazione sul luogo di lavoro (non in smart working).
  • Viene riconosciuto un indennizzo di 600 euro, su base mensile, non tassabile, per i lavoratori autonomi e le partite IVA (fra i quali, quindi, gli amministratori di condominio professionali e gli agenti immobiliari), purché non iscritti ad Ordini professionali.
  • Viene prevista una sospensione (che le bozze del provvedimento indicano fino al 31 maggio) dei termini degli adempimenti e dei versamenti fiscali e contributivi per contribuenti con fatturato fino a 2 milioni di euro (versamenti IVA, ritenute e contributi di marzo). Per gli operatori economici ai quali non si applica la sospensione, il termine per i versamenti dovuti nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni, inclusi quelli relativi ai contributi previdenziali ed assistenziali ed ai premi per l’assicurazione obbligatoria, dal 16 marzo viene posticipato al 20 marzo.
  • Per professionisti senza dipendenti, con ricavi o compensi non superiori a euro 400.000 nel periodo di imposta precedente, viene prevista una “disapplicazione” della ritenuta d’acconto sulle fatture di marzo e aprile.
  • Viene prevista la sospensione sino al 31 maggio 2020 dei termini relativi alle attività di liquidazione, di controllo, di accertamento, di riscossione e di contenzioso, da parte degli uffici dell’Agenzia delle entrate.
  • Viene disposta la sospensione dei termini per la riscossione di cartelle esattoriali, per saldo e stralcio e per rottamazione-ter, dell’invio di nuove cartelle e degli atti esecutivi.
  • A negozi e botteghe viene riconosciuto un credito d’imposta pari al 60% del canone di locazione del mese di marzo.
  • Viene disposto il rinvio d’ufficio a data successiva al 15 aprile 2020 delle udienze calendarizzate dal 9 marzo al 15 aprile 2020 per i procedimenti civili e penali pendenti presso tutti gli uffici giudiziari e la sospensione, nello stesso periodo, del decorso dei termini per il compimento di qualsiasi atto dei procedimenti civili, penali e amministrativi, salvo specifiche eccezioni.
  • Viene previsto il rinvio al 30 giugno di scadenze di adempimenti “relativi a comunicazioni sui rifiuti”.

 

Please follow and like us: